• slidebg1

                    

Neoplasia cutanea di rapida evoluzione con auto risoluzione, costituita da cheratinociti atipici ben differenziati derivati da infundibolo follicolare. Sono considerati fattori predisponenti il sole, il contatto con catrame, oli minerali e traumi locali. In caso di lesioni multiple, probabilmente concorrono fattori genetici e/o fattori immunologici cellulo-mediata. La neoplasia é più frequente in forma solitaria sul viso in soggetti di razza bianca in età media, si presenta inizialmente come papula spesso eritematosa, che in qualche mese diventa cupoliforme con cratere centrale di pieno di materiale cheratinico che poi più lentamente auto-regredisce, lasciando una cicatrice depressa e irregolare. Piuttosto rare sono le forme giganti ed eccezionali sono quelle multiple di tipo eruttivo. La lesione si presenta simmetrica con cratere centrale ripieno di materiale cheratinico, circondata dalle labbra di epitelio Focolare costituita da cheratinociti atipici ben differenziati con numerose figure mitotiche, cellule discheratosiche, cellule acantolitiche e ascessi neutrofili. Sia clinicamente che istologicamente la lesione va differenziata soprattutto dal carcinoma spinocellulare. La neoplasia si risolve ma è consigliabile intervenire con la scissione chirurgica per ottenere buoni esiti cicatriziali.